Gennaio e Febbraio 2022 ci vedono collaborare con la Precettoria di Sant’Antonio di Ranverso, antico luogo di culto e di cura lungo la via Francigena, per un percorso che attinge alla tradizione della benedizione degli animali dedicata al Santo e a quella profana del Carnevale per costruire un percorso di realizzazione di maschere e di una performance, fra storia dell’arte, creazione contemporanea e arteterapia. A cura di Serena Fumero ed Elena Maria Olivero. Ecco il comunicato:

Anche quest’anno, non avranno luogo le celebrazioni per la festa di Sant’Antonio Abate con la tradizionale benedizione degli animali.

Storicamente, la festa del Santo è sempre stata celebrata in pompa magna, basti pensare al 17 gennaio del 1531 quando venne inaugurato lo splendido polittico di Defendente Ferrari con le storie di Sant’Antonio Abate dipinte nella predella.

Fu il frutto di una grazia ricevuta dagli abitanti di Moncalieri per essere scampati all’ondata di pestilenza che li aveva colpiti. Il Santo aveva ottimi argomenti contro le epidemie e le cure perpetrate nell’ospedale antoniano erano famose in tutto il circondario.

Il connubio tra arte e cura a Ranverso è decisamente antico e vogliamo più che mai richiamarlo con questo progetto che presenteremo per tutti coloro che vorranno partecipare, domenica 23 gennaio alle 15.30.

 

IL CARNEVALE DEGLI ANIMALI

Laboratorio di Maschere e Trasformazione, da Sant’Antonio Abate a Carnevale.

Una maschera nasconde per rivelare: inventando la nostra possiamo contattare ed esprimere parti profonde di noi. Artificio, stranezza, rovesciamento delle consuetudini: una maschera può mostrare la nostra anima più autentica proprio grazie alla sua eccezionalità e alla sua capacità di comunicare simbolicamente in modo immediato e accessibile.

Il Carnevale degli Animali è un percorso di incontri per scoprirsi attraverso la costruzione dei propri travestimenti, che  si concluderà con un cammino in maschera lungo un tratto della via Francigena.

Il percorso, della durata di cinque incontri, avverrà in modalità on-line e domenica 27 febbraio, in occasione del carnevale vi sarà un evento con la restituzione pubblica degli elaborati.